Come essere Resilienti

Come essere Resilienti

Resilienza è un termine che sta entrando sempre più nel linguaggio collettivo. La resilienza è capacità di far fronte a situazioni avverse, traumi, tragedie, incidenti, problemi familiari, relazionali, di salute, di lavoro e riuscire a riprendersi.
Insomma quando ci troviamo di fronte ad un evento difficile per noi e siamo capaci di rialzarci.
La resilienza non appartiene ai super eroi o a coloro che riteniamo “graziati” dallo sperimentare difficoltà o disagio nella propria vita, ma alle persone comuni a cui capita di vivere momenti di forte stress per diverse ragioni.
A differenza del colore degli occhi o dell’altezza la resilienza non è un tratto che si possiede o meno, questa può essere appresa e coltivata.Infatti essa riguarda atteggiamenti, pensieri, comportamenti che scegliamo di assumere di fronte alle avversità. Chiunque può diventare resiliente.

Ingredienti per affrontare lo stress ed essere resilienti
Primo fattore fra tutti, seguendo quello che ci dicono le ricerche scientifiche, è instaurare stabili rapporti affettivi sia familiari che extra familiari. Il supporto, l’amore, il calore altrui da un lato rassicurano e rappresentano un “cuscino” sul quale adagiarsi, dall’altro sono “energia” affettiva che aiuta mantenere vivo nel tempo l’atteggiamento resiliente durante l’avversità.
Quel che conta non è l’ampiezza della rete affettiva, non siete costretti a stringere amicizia con chiunque per ricevere supporto, ma la qualità dei legami interpersonali.

Altro fattore rilevante è la capacità di tollerare e gestire emozioni forti e di fare progetti che siano realistici per superare la situazione stressante.
Purtroppo delle volte le cose succedono e basta. Tutti vorremo una vita sempre serena. Non è possibile. Tuttavia possiamo modificare il modo in cui interpretiamo e reagiamo alle situazioni difficili, vivendole ad esempio come un’occasione per migliorare o mutare alcuni aspetti della nostra vita.
Anche il cambiamento è un fatto che possiamo solo accettare. Non c’è vita se non c’è cambiamento. Alcune situazioni avverse non sono mutabili ma altre sì e quindi possiamo concentrarci su quelle che dipendono da noi.
Avere sempre nuovi obiettivi, che siano a breve o a lungo termine, focalizzandosi sulla crescita personale e coltivarla passo dopo passo.

Identikit del resiliente
Lo sviluppo della capacità di recuperarsi è un percorso personale. Siccome non tutti reagiamo allo stesso modo agli eventi di vita traumatici, un approccio alla costruzione di resilienza che funziona per una persona potrebbe non essere adatto ad un’altra. In generale possiamo dire che il resiliente tollera il dolore, non teme i cambiamenti e le avversità ma li vive come una sfida; è una persona fiduciosa e ottimista.
Ma sopratutto non attende che arrivino momenti difficili, quando e se si verificheranno solo allora li affronterà.